Gelatiere a manovella: cosa sono e come funzionano

Sei un appassionato di gelato e ami il fai da te? Forse non sai che esistono dei semplici utensili per preparare il gelato in casa. Stiamo parlando delle gelatiere a manovella, gli elettrodomestici indicati alla produzione di gelato e di yogurt direttamente nelle proprie cucine. Se non ci credi continua a leggere questa guida dove ti spiegheremo quali sono le caratteristiche di questi prodotti manuali e come si usano per avere un fantastico gelato del gusto che vogliamo.

Gelatiere a manovella: cosa sono

Le gelatiere a manovella sono una tipologia di elettrodomestico con il quale potremo sbizzarrirci in cucina e preparare un gelato creativo. Se siamo degli amanti dei gelati e amiamo metterci alla prova con un prodotto molto semplice da utilizzare e per nulla professionale, la gelatiera fa al caso nostro.

In commercio potremo trovare differenti modelli di questo elettrodomestico, la gelatiera a manovella è l’unica tipologia che si usa senza l’ausilio della corrente elettrica. Gli altri modelli infatti sono tutti elettrici, troveremo la gelatiera ad accumulatore e la quella a compressore. Ma se amiamo un utensile tradizionale e che non consumi energia, la gelatiera manuale sarà perfetta per noi.

La sua struttura è molto semplice e si basa su un cestello che rappresenta l’elemento portante di tutto il prodotto. Questo recipiente può essere di varie misure e per conoscere l’esatta dimensione dovremo misurarlo in litri. Per scegliere la gelatiera adatta a noi dovremo prima valutare quante porzioni di gelato vogliamo preparare. Se abbiamo bisogno di un utensile per una famiglia da 4 persone, basterà acquistare una gelatiera da 1 litro, adatta per preparare 500 grammi di gelato. Se invece vogliamo cucinare circa 6 porzioni di gelato potremo indirizzarci in un modello che va da 1 litro e mezzo 2 litri.

Chi ha inventato le gelatiere a manovella

Sarà molto interessante scoprire come è nata una gelatiera a manovella. Questo elettrodomestico molto semplice nella sua struttura ha infatti dato il via ad una serie di nuovi modelli più professionali e di ultima generazione. Ma prima di conoscere le nuove tipologie di gelatiera, scopriamo chi ha inventato il modello tradizionale di cui ci stiamo occupando in questa guida.

Fu una donna americana a dare vita per la prima volta ad un elettrodomestico che producesse gelato. Nell’Ottocento questa donna americana di Philadelphia, che si chiamava Nancy Johnson, inventò una pentola con il quale preparare un gelato attraverso una mescolatura manuale del suo composto. La struttura della pentola veniva però refrigerata con del ghiaccio e del sale alla sua base. Ma la vera invenzione di Nancy Johnson fu di utilizzare una manovella in superficie per mescolare con più costanza e frequenza il liquido del gelato.

Gelatiere a manovella: come funzionano

Usare una gelatiera a manovella è davvero molto semplice ed intuitivo. Basterà capire pochi semplici passaggi ed il gioco sarà fatto!

Per prima cosa dovremo mette il cestello ne freezer per farlo refrigerare. Questo passaggio è molto importante e potrebbe essere anche quello più scomodo se non abbiamo programmato la preparazione del gelato. Ma è fondamentale far congelare il recipiente poiché all’interno delle sue pareti c’è un liquido refrigerante che consente di mantenere al freddo il composto del gelato e di avere una temperatura costante nella pentola. Per far refrigerare correttamente il recipiente occorreranno circa 8 ore, pertanto dovremo organizzare per tempo la nostra lavorazione.

In seguito potremo rimettere a posto il cestello e metterci dentro il composto del gelato. Afferrando la manovella e iniziando a girarla sempre verso lo stesso senso, mescoleremo con cura tutto il preparato fino a che non diventerà una vera e propria crema priva di grumi e bollicine.

Alcuni particolari modelli di gelatiere a manovella sono provviste anche di un beccuccio dal quale il gelato uscirà automaticamente. Altrimenti potremo prenderlo con un cucchiaio e metterlo in una coppetta o direttamente in un cono confezionato. Non dimenticate che potremo utilizzare il nostro gelato artigianale anche per i dolci casalinghi.

Vantaggi di avere una gelatiera a manovella

Se hai ancora dei dubbi sull’acquisto delle gelatiere a manovella sarà opportuno mettere in evidenza gli aspetti positivi e quelli negativi di questo prodotto. Capire i punti di debolezza e di forza di questi prodotti sarà anche molto importante per metterli a confronto con i modelli elettrici professionali.

E dunque, perché è vantaggioso avere una gelatiera manuale? I pro di questi elettrodomestici sono davvero infiniti, proviamo a fare ordine. Prima di tutto occorre precisare che grazie a questi prodotti senza fili potremo di gran lunga risparmiare sulla corrente elettrica. Le gelatiere ad accumulatore a compressore infatti, funzionano con l’ausilio della presa di corrente e quindi sono dotati di una certa potenza che, in base alle funzionalità del modello, può essere alta o bassa. Per azionare una gelatiera con la manovella invece basterà fare una leggera pressione con il braccio e tutto sarà pronto nel giro di 15 minuti!

Per lo stesso motivo citato nel paragrafo precedente, questi modelli sono considerati eco-friendly, proprio perché si evita l’utilizzo della corrente e non si hanno aumenti nei consumi della bolletta di casa. E se la corrente va via? E se vogliamo preparare il gelato in giardino? Grazie alle gelatiere senza fili non ci sarà più bisogno di farsi alcun tipo di problema.

Svantaggi di una gelatiera a manovella

Adesso è ora di analizzare gli aspetti negativi delle gelatiere a manovella. Il primo che verrebbe in mente al primo utilizzo di questo elettrodomestico tradizionale è il lungo tempo di preparazione.

Per la preparazione infatti bisogna organizzarsi prima perché il cestello interno al prodotto va refrigerato nel freezer per potersi presentare alla temperatura giusta per tenere freddo il composto del gelato. Per freddarsi, il recipiente necessita dalle  9 ore alle 12 ore. Un lasso di tempo non indifferente se si decide di preparare un gelato all’ultimo minuto. Le gelatiere a compressore invece si refrigerano in automatico e non bisogna aspettare tutto quel tempo, quindi per questo dettaglio appaiono migliori.

Infine un piccolo particolare da non tralasciare, è che le gelatiere a manovella richiedono una maggiore forza fisica rispetto agli altri due modelli per i quali basta solo azionare un pulsante. Ma dipende sempre dalla tecnologia! Le gelatiere più vecchie presenteranno probabilmente questo fastidio, ma se acquistiamo gelatiere a manovella moderne, potranno anche essere a prova di bambino!

Quando costa

Il prezzo delle gelatiere manuali è davvero basso, infatti con un budget di appena 30 euro potremo acquistare un modello eccezionale e provvisto di materiali di qualità.

Tra i 25 e i 40 euro troveremo una varietà di modelli di gelatiere addette ad ogni esigenza. Prima di acquistare il modello adatto a noi dovremo però saper valutare la capacità del prodotto, e quindi la sua capienza espressa in litri, e poi il suo materiale.

I vari materiali

Il materiale della gelatiera sarà molto importante per garantire un’ottima durata nel tempo e soprattutto per avere dei prodotti salutari.

Le gelatiere manuali possono avere il cestello in acciaio inossidabile, un materiale ottimo per trattenere la temperatura e per conservarle a lungo sotto lo zero. Per quanto riguarda la parete esterna, a volte potremo trovare modelli rivestiti in plastica.

La plastica sarà un materiale che ritroveremo anche in alcuni accessori in dotazione, come il coperchio o alcune spatole e cucchiai.

Gli accessori in dotazione

Insieme alla gelatiera manuale potremo trovare anche molti accessori in dotazione che ci aiuteranno nella preparazione del nostro gelato. Oltre agli oggetti già citati, come il coperchio e le spatole, nella scatola potremo trovare un misurino, un ricettario ed un cucchiaio per gelato.

Il cucchiaio servirà per prendere il gelato dal recipiente e metterlo nelle tazzine per poterlo mangiare subito. Il misurino invece sarà inutile nell’intera fase della preparazione per dividere e dosare gli ingredienti.

Ora che conosciamo le gelatiere a manovella e abbiamo imparato a capire come funzionano, potremo scegliere il modello adatto alle nostre esigenze e procedere ad un acquisto molto più consapevole.

Laureata in Lingue e Giornalismo sono da sempre appassionata di scrittura e di cucina. Con il passare del tempo ho cercato di unire queste due realtà ed ho iniziato a scrivere di elettrodomestici e trucchi casalinghi. Da anni scrivo per vari siti dedicati alla cucina e molti altri settori. Amo la scrittura in ogni sua forma, da quella giornalistica a quella in ottica Seo. Appassionata di letteratura, sport e cinema, mi dedico ogni giorno alla cucina per scoprire nuove curiosità da raccontare.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Apri Menu
sceltatermoconvettori.it