Macchine per fare il gelato migliori nel 2020

Il gelato è un alimento base della cultura italiana, ma non solo. In tutto il mondo questo dessert è particolarmente amato, per la sua cremosità e il suo gusto unico. Purtroppo il suo consumo è spesso limitato alle stagioni più calde, specie se non abitiamo in grandi città. Se però vuoi gustare questo cibo ogni volta che vuoi puoi farlo! Ti basterà acquistare una gelatiera, e prepararlo artigianalmente con le tue mani. Vediamo quindi come scegliere un simile prodotto, in poche e semplici mosse.

Perché comprare una gelatiera?

Il gelato è un alimento amato da tutti, grandi e piccini. Non solo nelle stagioni più calde ci dà sollievo dalle temperature roventi, ma anche quando il clima non è particolarmente mite si rivela un ottimo dessert. Pensare di poterlo preparare in casa è una comodità a cui pochi rinunciano. Infatti così facendo possiamo risparmiare a lungo andare, soprattutto in caso di una famiglia numerosa – magari dove sono presenti anche dei bambini, particolarmente ghiotti di questo cibo. Inoltre poi è una scelta anche salutare: avremo il pieno controllo sul processo produttivo del gelato, possiamo scegliere gli ingredienti e personalizzare i gusti. Infine produrre il gelato per conto nostro ci consente di averne a disposizione sempre, ogni volta che ce ne viene voglia – e possiamo consumarlo anche se le gelaterie sono chiuse o siamo fuori stagione.

La qualità del gelato prodotto in casa è ottima, visto che possiamo scegliere noi gli ingredienti. Poi un dessert così fatto è ideale anche per coloro che seguono regimi alimentari particolari, per chi ha intolleranze, per vegani, celiaci, e così via.

Ovviamente per produrre dell’ottimo gelato artigianale dovremo far affidamento su un apparecchio di qualità. Scegliamo quindi un macchinario adeguato alle nostre esigenze, anche se non per forza professionale. Anzi per i principianti forse è meglio optare per un prodotto entry level, che sia semplice da usare e non troppo impegnativo. In ogni caso selezioniamo una macchina che possa rispondere a ogni necessità, che sia flessibile nelle preparazioni e che possa farci gustare un prodotto finale davvero delizioso!

Cosa guardare prima dell’acquisto

Scegliere una gelatiera che possa rispondere pienamente alle nostre esigenze non è semplice, se non sappiamo da dove cominciare. L’offerta sul mercato è ampia, e questa varietà spesso – anziché aiutarci – tende a confonderci. Tuttavia se sappiamo quali peculiarità cercare in un prodotto possiamo riuscire a selezionare la migliore proposta in commercio, senza troppe difficoltà.

Sicuramente il primo fattore di cui tenere conto è l’uso che andremo a fare della gelatiera, in termini di frequenza soprattutto. Consideriamo anche le persone che andremo a servire ogni volta, per poterci regolare al meglio sulle dimensioni. Se per esempio dovremo fare più di 10 porzioni la volta (cosa alquanto rara per una famiglia normale!) dovremo acquistare una macchina molto capiente. Badiamo bene quindi alla capacità del cestello, e alla corrispondente grammatura di gelato. Di solito possiamo produrre circa 800 grammi di prodotto la volta, con cui possiamo servire diverse porzioni.

Se siamo dei novellini in materia non avremo bisogno di un prodotto professionale, specie se vogliamo farne un uso amatoriale e sporadico. Anzi sarà meglio optare per un prodotto pratico da usare, intuitivo, e con pochi ed essenziali programmi. Così potremo imparare a manovrarlo senza difficoltà, anche se non abbiamo mai utilizzato un simile macchinario. Possiamo risparmiare anche sul prezzo, in quanto i prodotti più “blandi” in genere costano molto meno rispetto ad apparecchi più sofisticati – destinati a un uso professionale.

Tipologie di gelatiere

Una volta capite quali sono le nostre necessità possiamo proseguire con la scelta del macchinario giusto. Prima di farlo però è bene conoscere le principali tipologie di gelatiere presenti sul mercato, e imparare a distinguerle l’una dall’altra. In commercio possiamo trovare gelatiere di 3 tipi: a manovella, ad accumulo e con compressore.

Ogni categoria prevede pro e contro, come per ogni cosa. Per decidere quale prodotto prediligere dovremo guardare alla tecnologia usata, perché da questo fattore dipendono i risultati che possiamo ottenere.

  • Le gelatiere a manovella sono le più antiche. Vengono azionate manualmente tramite una manovella appunto, che dovremo far roteare per almeno 15 minuti. Il cestello deve essere stato refrigerato in precedenza in freezer, oppure non potremmo freddare gli ingredienti al suo interno. Questi modelli sono i più economici – e anche ecologici – ma stanno lentamente sparendo dal mercato in quanto sono scomodi e poco pratici da usare;
  • I modelli ad accumulo sono elettrici, alimentati quindi a corrente – e questo è un pro, in quanto possiamo avere le pale per la preparazione del gelato gireranno autonomamente, lasciandoci modo di dedicarci ad altro. Ma la vera particolarità la troviamo nel cestello, che è dotato di una doppia parete. Al suo interno si trova un liquido refrigerante, che accumula il freddo e lo rilascia poi durante la lavorazione degli ingredienti. Per riuscire a freddarsi il cestello deve comunque rimanere del tempo in congelatore, di solito circa 8 ore, prima che possa considerarsi pronto all’uso. La preparazione del gelato quindi deve essere pianificata, e non può avvenire in tempi brevissimi;
  • Infine abbiamo le gelatiere con compressore. Il vantaggio di questo prodotto sta nel fatto che, a differenza degli altri due, è autorefrigerante. Non necessita quindi di un periodo di raffreddamento in congelatore, e lavorano sul gelato a temperatura costante. L’alimento ne risulta quindi più omogeneo.

Struttura

La struttura di una gelatiera può cambiare di molto, in base alla tipologia a cui appartiene. Per esempio i modelli ad accumulo sono costituiti dal solo cestello, sul quale viene poi agganciato il resto degli accessori. Inseriremo quindi il coperchio (dotato di un vano dove possiamo aggiungere gli ingredienti), la pala mantecatrice e il motore. Nei modelli a compressore invece la struttura è composta dal motore e dal compressore – mentre il cestello e le sue dimensioni sono poco rilevanti.

In ogni caso il cestello è una parte a cui prestare molta attenzione. Ci fornisce indicazioni su quante porzioni possiamo preparare ogni volta, ma può anche dirci se dovremo preparare un solo gusto per volta o se possiamo realizzare più preparazioni insieme. Quindi guardiamo alla capacità: per le gelatiere ad accumulo la media è di 1,5 litri (per produrre 800 grammi di gelato, dose per sei persone circa). Chi invece vuole un macchinario più piccolo, per preparare il gelato per due o tre persone massimo, può accontentarsi di un cestello con capacità di 1 litro – con cui possiamo produrre 500 grammi di gelato. Tuttavia anche in questo caso è bene optare per un cestello più grande, visto che si tratta di un dessert che possiamo offrire anche a eventuali ospiti – senza fare brutte figure, anzi! Possiamo comunque preparare piccole porzioni di gelato, stando attenti alle dosi degli ingredienti. Invece nel caso contrario di famiglia numerosa – magari anche golosa – si può pensare di acquistare una gelatiera con cestello di 2 litri, utile per la realizzazione di 1 kg di gelato.

Come abbiamo detto controlliamo quanti gusti possiamo preparare per volta. Ci sono infatti diversi modelli dotati di un doppio cestello: solitamente uno è fisso, e l’altro invece removibile. Così con lo stesso tempo possiamo preparare due diversi gusti, in maniera pratica e veloce.

Peso e dimensioni

Dobbiamo tenere conto anche del peso e delle dimensioni della gelatiera, specie se vogliamo usarla in casa e non abbiamo particolare spazio in cui riporla. Quindi per prima cosa vediamo di capire dove andremo a conservare il macchinario. In base allo spazio che abbiamo scegliamo un prodotto più piccolo o più grande. Se poi questo spazio è in bella vista sarà meglio fare attenzione anche al design: moltissime macchine infatti sono particolarmente belle, quasi da diventare un vero e proprio complemento d’arredo. Occhio alle dimensioni del cestello, specie per una gelatiera ad accumulo: questo deve entrare nel nostro freezer, senza però occuparlo del tutto. Altrimenti possiamo preparare il gelato solo il giorno prima di fare spesa e rifornimento!

Se invece vogliamo spostare la macchina e riporla in un mobile per esempio consideriamo anche il suo peso. Dovremo spostarla di sovente, e quindi sarà meglio che non sia eccessivamente pesante – o possiamo stancarci troppo. Per esempio è bene sapere che una gelatiera con compressore pesa in media 11 kg circa.

Motore e prestazioni

Un’altra caratteristica su cui soffermarsi è il motore e le prestazioni dello stesso. Le performance di una macchina per gelato possono cambiare molto in base al motore che monta, e quindi alla tecnologia che sfrutta.

  • Le gelatiere ad accumulo hanno bisogno di un periodo di raffreddamento del cestello, prima di poterla usare. La potenza del motore in queste macchina è molto bassa. Questo è normale, se pensiamo che la macchina non ha bisogno di raffreddare il cestello, ma l’unica azione che deve svolgere il motore è azionare la pala mescolatrice. Se però la potenza è eccessivamente bassa il motore potrebbe sforzarsi troppo per riuscire a mantecare gli ingredienti: la macchina si surriscalderebbe, e potrebbe danneggiarsi. Poi con una potenza minima la quantità del gelato che possiamo produrre sarà altrettanto. Per tutte queste ragioni è bene optare per una gelatiera ad accumulo con potenza intorno ai 10 W. Se ne scegliamo una con potenza inferiore ai 7 W il motore si surriscalda, se invece la potenza supera i 12 W potrebbe risultare addirittura inutile. Se compriamo questo modello poi dobbiamo considerare anche le prestazioni del nostro freezer, visto che dovremo metterci a freddare il cestello. La temperatura ideale sarebbe di -18 °C: se il nostro freezer non raggiunge questa temperatura meglio abbandonare l’idea di acquistare questo tipo di gelatiera. Il tempo di congelamento può variare in base alle temperature che può raggiungere il freezer. Si va da un minimo di 6 ore fino a un massimo di 24. Diciamo però che la media è di circa 12-15 ore. Dopo che avremo freddato il cestello possiamo proseguire con la preparazione, che richiederà poco tempo. Di solito ci vogliono circa 20 minuti – se il nostro motore è potente e veloce – oppure dai 30 in su – se abbiamo un macchinario lento.
  • Nel caso di un modello a compressore invece dovremo tenere conto del motore, del tempo di preparazione, ma anche delle funzioni aggiuntive del macchinario. Come abbiamo detto la potenza del motore in questo caso sarà maggiore, perché la macchina dovrà anche freddare il composto oltre che mescolarlo. Per quanto riguarda la potenza in sé possiamo prendere per valide le affermazioni fatte per la gelatiera ad accumulo – ovvero avremo bisogno di un motore prestante per non surriscaldare troppo la macchina. La potenza è bassa se il motore raggiunge i 150 W, media quando è compresa tra i 150 W e i 170 W, e alta quando supera 200 W. Le tempistiche per la preparazione del gelato sono simili a quelle previste per una gelatiera ad accumulo – è raro, se non impossibile, trovare gelatiere che ci mettono meno di 20 minuti per fare il gelato. In questo caso però possiamo impostare il tempo con gli appositi comandi, e possiamo regolare la consistenza del gelato a nostro favore. Anche lo stop è automatico in determinati modelli: scegliamo il tempo di preparazione, e con tale opzione possiamo arrestare la pala una volta che il gelato ha raggiunto la consistenza desiderata.

Come fare il gelato?

Ora che abbiamo visto le principali caratteristiche di ogni tipo di gelatiera possiamo scegliere quella che più soddisfa le nostre esigenze. Tuttavia ci resta ancora da capire come avviene la produzione del gelato, all’interno della macchina stessa. Vediamo quindi di spiegarlo molto velocemente, e facilmente.

Le principali fasi di preparazione del gelato sono 3: la preparazione degli ingredienti, il mix degli stessi, e la mantecazione del composto. Questa è la fase decisiva, che determina il prodotto finale. Per prima cosa dovremo munirci di quello che ci occorre, le materie prime quindi. Poi dovremo miscelare insieme tutti gli ingredienti, anche se questo passaggio può variare in base al tipo di gelato che vogliamo fare e alla gelatiera stessa. Sarà bene quindi consultare la scheda informativa del prodotto prima di eseguire questa fase. Infine dovremo mantecare il gelato, e quindi mescolarlo e freddarlo. In una macchina manuale questo passaggio è svolto manualmente appunto. Negli altri casi invece sarà l’apparecchio a fare tutto il lavoro, lasciandoci liberi di dedicarci ad altro. Una volta che avremo terminato possiamo sigillare il cestello per conservare al meglio il gelato, grazie all’aiuto dei coperchi che possiamo trovare in dotazione con il prodotto. Molti modelli dispongono di coperchi autosigillanti, che ci permettono di mantenere al meglio il composto.

Le migliori marche

Il brand è un fattore discriminante, quando parliamo di gelatiere. Affidarsi a un marchio che da anni opera nel settore vuol dire esser certi di portare a casa un articolo di qualità, di buona fattura, e magari anche garantito. Le aziende leader nel settore dei piccoli elettrodomestici sono molte, l’offerta è varia e possiamo scegliere un prodotto che possa soddisfarci – magari anche a un prezzo competitivo.

La De Longhi da sempre si occupa di piccoli elettrodomestici, creando prodotti che coniugano un design minimal ma indubbiamente di gusto, e delle materie prime di ottima qualità. Anche il marchio Ariete offre varie proposte, dalla più economica e amatoriale fino a un prodotto quasi professionale: possiamo quindi scegliere l’articolo che più ci va a genio. Anche la Koenig ha la sua da dire: è un’azienda molto attenta alla qualità dei materiali di costruzione, alle tecnologie usate – oltre che al design moderno e accattivante. Infine le più abbordabili in termini di costo sono decisamente le gelatiere Princess, marchio sempre più presente sul mercato.

Migliori marche

Informazioni sui costi

Ma quanto costa di preciso una macchina per il gelato? Ovviamente il costo può variare, in base al prodotto che abbiamo intenzione di acquistare. Quindi il range di riferimento va dai 40 o 50 euro per i modelli base, fino a sfiorare le 300 euro nel caso di prodotti particolarmente tecnologici. Ci sono poi le gelatiere professionali che superano di gran lunga questa somma, ma regalano grandi soddisfazioni a ogni utilizzo. Come per ogni cosa dobbiamo guardare alle nostre esigenze, e capire se abbiamo bisogno di un prodotto “da casa” – e quindi più economico, amatoriale – o qualcosa che somigli a un prodotto professionale – con un costo decisamente maggiore, ma prestazioni senza eguali. Pensiamo anche alla frequenza di utilizzo: in base a questo possiamo capire se abbiamo necessità di un apparecchio forte e resistente (da usare spesso) o uno piccolo e maneggevole (da sfruttare di tanto in tanto). Consideriamo infine anche la nostra esperienza. Se siamo dei principianti, e non ci siamo mai dilettati nell’arte della gelateria artigianale, sarà meglio acquistare un prodotto poco costoso, ma pratico da usare. Meglio optare per un modello semplice, piuttosto che per uno eccessivamente sofisticato – che rischiamo di non saper usare. Magari possiamo impratichirci con questo strumento, e se davvero la cosa ci appassiona siamo sempre pronti a rivendere il macchinario e investire la somma per l’acquisto di un prodotto più performante.

Non cerchiamo di risparmiare a tutti i costi, sacrificando la qualità del prodotto finale. La gelatiera è un articolo che si compra una volta ogni 5 o 6 anni, per cui è bene investire una piccola somma in più piuttosto che trovarsi con un prodotto obsoleto – o inutile dopo soli pochi mesi. Tuttavia se vogliamo risparmiare sul prezzo finale possiamo pensare di acquistare l’apparecchio online, sfruttando siti come eBay o Amazon.

Migliori macchine per qualità prezzo per fare il gelato nel 2020

Aurora Di Sabantonio

Ah, il gelato: si può vivere senza? Per me è difficile pensare di rinunciare alla mia gelatiera, anche solo per qualche tempo. Se ancora non conosci tutti i segreti di questo incredibile elettrodomestico, io sono qui per svelarteli. Buona permanenza nel sito, e buona lettura!

Back to top
Apri Menu
sceltatermoconvettori.it